AppleApple DeutschlandAppleApple FrançaisAppleApple ItalianoCeleriacCeleriac IconCloseClose IconCrustaneansCrustaneans IconDownDown IconEggsEggs IconFacebookFacebook IconFishFish IconGlutenGluten IconGoogle PlayGoogle Play DeutschlandGoogle PlayGoogle Play FrançaisGoogle PlayGoogle Play ItalianoInstagramInstagram IconLactoseLactose IconLinkLink IconLoginLogin IconLookLook IconLoveLove IconLupinesLupines IconMcDonaldsMcDonalds IconMenuMenu IconMolluscsMolluscs IconMustardMustard IconNutsNuts IconPDFPDF IconPDFPeanutsPeanuts IconPinterestPinterest IconRouteRoute IconSearchSearch IconSesameSesame IconSnapchatSnapchat IconSoyaSoya IconStoreStore IconSulphiteSulphite IconTagTag IconTumblrTumblr IconTwitterTwitter IconYouTubeYouTube Icon

Con 275’000 ospiti ogni giorno, il marchio di ristorante più forte

Da oltre quattro anni il mercato locale della gastronomia registra cifre negative, e nel 2015 anche McDonald’s ha risentito dell’influsso del franco forte. Per la prima volta dal 2003, l’azienda della gastronomia non ha potuto effettuare un’ulteriore crescita – soprattutto nelle regioni di frontiera. Nel 2015 McDonald’s Svizzera ha incassato 702 milioni di franchi, ossia 33 milioni di franchi in meno. Come lo scorso anno, la quota del fatturato nel mercato della gastronomia si è attestata su un buon 3 per cento, nel contesto di un mercato globale in diminuzione.


“La rinuncia al tasso di cambio minimo del franco e il relativo rafforzamento del turismo degli acquisti hanno avuto grandi ripercussioni sulla Svizzera e sulle nostre aziende. I nostri 30 ristoranti circa situati nelle zone di frontiera hanno potuto accogliere un numero di ospiti chiaramente inferiore. Viceversa, i locali McDonald’s d’oltre frontiera in Germania, Austria, Francia e Italia, hanno guadagnato nuovi ospiti, ossia consumatori provenienti dalla Svizzera”, spiega Harold Hunziker, Managing Director McDonald’s Svizzera. “Nel 2015 il raggio dei turisti degli acquisti si è ulteriormente ampliato”. Dal novembre 2015 al gennaio 2016 McDonald’s ha aperto tre nuove sedi a Berna PostParc, Zurigo Löwenstrasse e Murten. Questi ristoranti e le due, tre aperture previste per il 2016 potranno portare solo quest’anno a una nuova crescita.

Acquisire nuovi ospiti grazie al Pulled Pork Burger
“Il Big Mac – il nostro prodotto dal fatturato maggiore – e il Cheeseburger – il nostro burger ordinato più spesso – sono sempre molto ben accolti dai nostri ospiti”, spiega Thomas Truttmann, VP Marketing, Communications, Public Affairs & Supply Chain. “Grazie alle nostre nuove creazioni della Signature Line siamo altresì riusciti ad attirare nuovi gruppi di ospiti”. In maggio, col motto “Slow Food servito velocemente”, McDonald’s lancerà su scala nazionale il Pulled Pork Burger. “Da ottobre a dicembre dello scorso anno abbiamo testato questo burger a Zurigo e Ginevra. Questa variante di carne di spalla di maiali svizzeri, pazientemente cotta per quattro ore e finemente sfilacciata, è stata molto ben accolta. Durante il periodo di prova abbiamo venduto 75’000 Pulled Pork Burger – solo a Ginevra e Zurigo”, spiega Thomas Truttmann illustrando la nuovissima prima mondiale “Made in Switzerland” del sistema McDonald’s.

La più grande catena di caffè in Svizzera
Dal 2003, McDonald’s Svizzera offre in tutti i suoi ristoranti ottimo caffè fatto con chicchi da produzione sostenibile macinati sul momento. Nel 2008 l’azienda della gastronomia di sistema ha aperto a Vevey il primo McCafé – una lounge separata, ma integrata nel ristorante, dove gustare un’ampia varietà di pregiati caffè e dolci. Oggi, con 72 McCafé, McDonald’s è la più grande catena di caffè in Svizzera. “Da domani faremo un ulteriore, grande passo avanti, perché offriremo un’ampia scelta dei prodotti McCafé anche al banco di tutti i nostri 163 ristoranti. Sarà così possibile gustare ovunque un ottimo caffè a un prezzo conveniente”, spiega Harold Hunziker.

Nuovi ospiti al mattino
In circa 50 dei suoi ristoranti, McDonald’s offre con successo una scelta di colazioni calde. A paragone con l’anno precedente, tra le 6 e le 11 di mattina oltre mezzo milione di ospiti in più è stato da McDonald’s Svizzera.

Test per maggiore individualità e servizio
Per un servizio ancora più veloce - in particolare negli orari di punta - McDonald’s ha integrato le stazioni per il Self Ordering in 113 dei suoi ristoranti. Oggi, un’ordinazione su 10 viene effettuata tramite queste stazioni per il Self Ordering. “In 15 ristoranti stiamo conducendo un ulteriore test: il servizio al tavolo” spiega Harold Hunziker. “I test finora condotti mostrano che i tempi di servizio rimangono praticamente gli stessi di quando è l’ospite stesso a ordinare al banco e a ritirare personalmente il suo pasto, ma la percezione è che così il servizio sia più celere. Circa la metà degli ospiti dei 15 ristoranti che hanno effettuato il test ha scelto il servizio al tavolo”. 

Per ulteriori informazioni:
McDonald’s Svizzera
Aglaë Strachwitz, Communications & Public Affairs Manager
Tel. 021 631 12 40, e-mail aglae.strachwitz@ch.mcd.com
www.mcdonalds.ch/mediakit, Twitter: @McDSuisse

Con 275’000 ospiti ogni giorno, il marchio di ristorante più forte