AppleApple DeutschlandAppleApple FrançaisAppleApple ItalianoCeleriacCeleriac IconCloseClose IconCrustaneansCrustaneans IconDownDown IconEggsEggs IconFacebookFacebook IconFishFish IconGlutenGluten IconGoogle PlayGoogle Play Deutschland Google PlayGoogle Play Français Google PlayGoogle Play Italiano InstagramInstagram IconLactoseLactose IconLinkLink IconLoginLogin IconLookLook IconLoveLove IconLupinesLupines IconMcDonaldsMcDonalds IconMenuMenu IconMolluscsMolluscs IconMustardMustard IconNutsNuts IconPDFPDF IconPDFPeanutsPeanuts IconPinterestPinterest IconRouteRoute IconSearchSearch IconSesameSesame IconSnapchatSnapchat IconSoyaSoya IconStoreStore IconSulphiteSulphite IconTagTag IconTumblrTumblr IconTwitterTwitter IconYouTubeYouTube Icon

Clean-Up-Days 2019: presente l’80 per cento dei ristoranti McDonald’s

720 persone si sono rimboccate le maniche insieme a McDonald’s

Al Clean-Up-Day di McDonald’s hanno partecipato 720 persone, tra le quali collaboratori, fornitori e partner di McDonald’s, oltre al management e 220 ospiti, che si sono impegnati, tutti insieme, contro il fenomeno sociale del littering e per avere strade più pulite. Già dal 2001, McDonald’s partecipa ai Clean-Up-Day su scala nazionale. Quest’anno, per la prima volta, ha invitato anche i suoi ospiti per una grande azione di pulizia in nove città. A questo grande evento cittadino, i team coinvolti hanno raccolto complessivamente 1'200 chilogrammi di rifiuti. Accanto a questi eventi cittadini, hanno avuto luogo molte altre azioni locali, che hanno coinvolto oltre 135 ristoranti McDonald’s, e che hanno partecipato al Clean-Up-Day di IG ambiente pulito (IGSU).

«Poiché si può sempre fare meglio, oltre che per i giri di pulizia, lavoriamo costantemente anche per ridurre i nostri imballaggi e per rendendoli sempre più sostenibili», spiega Jacques Mignault, Managing Director di McDonald’s Svizzera, presente al giro di pulizia a Berna.

Nove città liberate da 1’200 chili di rifiuti

Oggi, oltre 720 persone tra gli 8 i 66 anni, si sono impegnate in nove grandi città per offrire ai loro abitanti strade più pulite. «Mi riempie di grande gratitudine il fatto che, insieme ai nostri licenziatari, collaboratori, fornitori e ospiti, abbiamo potuto fare la differenza», afferma Jacques Mignault.

  • Basilea: 10 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti e ai fornitori Bell e Florin, hanno liberato dai rifiuti la passeggiata lungo il Reno.
  • Berna: 12 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti e al Managing Director Jacques Mignault, sono andati a caccia di rifiuti insieme ai team IGSU e BERNcity nella città vecchia, lungo l’Aare, così come sulla piccola e sulla grande collina.
  • Lucerna: 7 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti hanno portato via dalla città tutto ciò che non rima con un ambiente pulito, e questo già dalle 06:30 di mattina.
  • Soletta: 4 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti e con il rinforzo di 60 Juniori dell’FC Solothurn, hanno tolto i rifiuti nella zona della stazione e dalle rive dell’Aare.
  • Zurigo: 9 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti, hanno fatto i giri di pulizia nel centro città insieme ai team di IGSU.
  • Ginevra: 14 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti, hanno liberato dai rifiuti abbandonati con noncuranza la zona da Rue du Mont-Blanc fino a Plainpalais.
  • Friborgo: 6 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti, hanno raccolto rifiuti attorno al Boulevard de Pérolles, al parco Domino e nel bosco di Sankt Johann.
  • Losanna: 14 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti hanno ripulito dai rifiuti la zona tra Petit-Flon e Louve.
  • Neuchâtel: 6 ristoranti McDonald’s, insieme ai loro ospiti e al fornitore Frigemo, hanno raccolto i rifiuti trovati da Maladière, lungo la riva del lago, fino al centro città.

Lo stesso fine settimana, o in un’altra giornata, 55 ristoranti McDonald’s hanno organizzato o organizzeranno dei Clean-Up-Tour a livello locale.

Cestini per i rifiuti aggiuntivi e giri di pulizia volontari

McDonald’s Svizzera si impegna tutto l’anno per ridurre i rifiuti e ha appositamente sviluppato un programma in cinque punti: i ristoranti McDonald’s collocano volontariamente cestini per i rifiuti aggiuntivi e invitano i loro collaboratori a effettuare giri di pulizia giornalieri intorno ai ristoranti. «Lo scorso anno abbiamo investito nei giri di pulizia circa 70'000 ore lavorative dei nostri team», aggiunge Mignault. Il programma comprende anche l’informazione agli ospiti, la cooperazione con le autorità e le organizzazioni e la riduzione del materiale di imballaggio.

L’obiettivo: ridurre gli imballaggi e renderli sempre più sostenibili

Entro il 2025, in linea con il programma mondiale “Scale for Good”, McDonald’s vuole arrivare ad utilizzare esclusivamente imballaggi da materie prime rinnovabili, riciclate o da fonti certificate. In Svizzera, l’azienda della gastronomia utilizza oggi per le confezioni dei suoi burger il 90 per cento di materiali rinnovabili come carta e cartone. La carta e il cartone utilizzati sono riciclati al 100 per cento o certificati con materiale FSC o PEFC. Quale prossima misura, in autunno McDonald’s userà per i suoi McFlurry, una nuova confezione priva di coperchietto in plastica.